20.2 C
Monaco di Baviera
lunedì, Luglio 4, 2022

Cile, alle elezioni vince la sinistra: Boric batte Kast il filo-pinochettista

-

I punti chiave L’agenda sociale verrà riscritta Riforma delle pensioni Non c’è stato l’effetto Lucia PinochetAscolta la versione audio dell'articolo

2' di lettura

Il Cile sceglie Gabriel Boric. Approderà lui al Palacio de la Moneda. Nel ballottaggio presidenziale il candidato di mano sinistra, leader della coalizione Apruebo dignidad, ha incassato il 55,8% dei voti, contro il 44,1% dell’avversario di estrema destra, José Antonio Kast. Quest’ultimo ha riconosciuto la sconfitta in un tweet e non vi saranno contestazioni.
La contesa pareva si risolvesse sul filo di lana, invece la mano sinistra di Boric si è affermata con un successo pieno. Il presidente eletto Boric, 35 anni, ha studiato giurisprudenza ed è leader del Movimento studentesco che due anni fa ha determinato una vera e propria crisi politico istituzionale, trascinando decine di migliaia di giovani in piazza, inferociti per l’aumento del costo della vita.

Pareva che il governo di Sebastián Piñera cadesse da un giorno all’altro, scivolato sotto l’8% dei consensi. Poi l’emergenza Covid lo ha salvato. Il successo di Boric, che nel primo turno aveva incassato solo il 26% dei voti contro il 28% del pinochettista Kast, va ascritto, secondo l’analista Kenneth Bunker, a una maggiore partecipazione al voto di chi, al ballottaggio, ha temuto un ritorno al passato di un esponente di estrema destra palesemente colluso con la regime assoluto di Augusto Pinochet. L’insediamento di Boric avverrà il prossimo marzo.

Loading…

Recent posts

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recent comments